giovedì 4 settembre 2008

Souvenirs des vacances

Eh no, questa è una provocazione!
Non si parla impunemente di cibo nei commenti a questo blog! O, se se ne parla, lo si fa consapevoli di aver scatenato forze che sfuggiranno a qualsiasi controllo.
I canederli citati da Francesca sono le deliziose "polpettone" di pane raffermo che raggiungono la loro karmica fine in brodo o al burro, come primo piatto.
Effettivamente il loro nome tedesco è knodel (da pronunciare senza vocale, tipo codice fiscale), ma non credo che siano la delizia patatosa evocata da Profumissima.
E qui mi scatta l'impulso del filologo e parte la ricerca nei polverosi archivi...
Una delle mie manie, quando visito un luogo che non conosco, è comprare un libro di ricette regionali (possibilmente in una lingua che comprendo, ma ho fatto anche qualche eccezione).
Quest'anno, tra Alsazia e Lorena, di libri di cucina ne ho riportati a casa ben tre!
Le regioni in questione, si sa, sono francesi, ma in passato hanno avuto a lungo dominazioni tedesche. Ero quindi sicura di trovare ciò che volevo... e così è stato.
Direttamente dal volume "La Cucina Lorena" ecco a voi una classica specialità dei Vosgi i:

Kneffes
Ingredienti:
800 g di patate
3 cucchiai di farina
3 tuorli
prezzemolo tritato
1 bicchiere di latte
1 cipolla
50 g di burro
20 cl di panna
sale, pepe
Preparazione:
Lessare le patate e sbucciarle ancora calde. Schiacciarle con la forchetta, salare e pepare. Aggiungere quindi i tuorli (uno alla volta), la farina, il prezzemolo e, per ultimo, il latte. Mescolare bene fino ad ottenere un composto abbastanza sodo.
Portare dell'acqua salata quasi ad ebollizione (deve appena fremere); con due cucchiai formare delle quenelles di composto e lasciarle cadere nell'acqua. Lasciare cuocere una decina di minuti.
Intanto far imbiondire la cipolla tritata nel burro. Aggiungere la panna e mescolare bene.
Scolare i kneffes e adagiarli in una pirofila. Coprire con la salsa di panna e cipolla e passare in forno per qualche minuto.

ATTENZIONE: diversamente da tutte le altre ricette di questo blog, questa non è stata ancora sperimentata dalla sottoscritta. A orecchio direi che va bene, ma non posso dare certezze assolute in proposito.

AGGIORNAMENTO: un primo tentativo (realizzato però con patate non adatte) ha dato un risultato gustoso, ma troppo morbido e faticoso da lavorare. Ritento togliendo il latte, poi comunico il nuovo risultato.

17 commenti:

taksya ha detto...

Io riconosco i nomi... ma, visto che sono in grado di bruciare anche l'acqua calda, non mi si deve prendere come riferimento.

Visto che sono vosgiani, mi offro come cavia per il tuo primo tentativo culinario che li coinvolga.

kalligalenos ha detto...

Cosa? E io dovrei aspettare mesi e mesi prima di sperimentarli?
Se aspetto che tu venga a trovarmi, siamo a perduti...

Profumissima ha detto...

PATATE *__* DATEMI PATATE! Sulla confezione di pallettoni di patata che ho acquistato c'è scritto Kartoffeln Knodel, boh. E, sempre a proposito di Germania, vogliamo parlare del purè coi cipollotti e il bacon? Adesso sono anche dipendente dalla panna acida, ahimè.

kalligalenos ha detto...

Profumissima, ma tu la panna acida qui in Italia dove la trovi? Io ho tentato qualche rudimentale esperimento "fai da te", ma con risultati inadeguati.

Profumissima ha detto...

...e chi l'ha mai trovata? Io ne ho abusato a Berlino e non pensavo neanche di procurarmi la pallida imitazione italica, se pure esiste... Da quando sono tornata mi sento come uno dei turisti depressi degli spot Costa Crociere.

Maria Anna ha detto...

Chiedo venia: sulla confezione di pallettoni da me acquistata c'è scritto Kartoffeln Klöße. Comunque, la vivida descrizione che ho fornito nel post precedente rimane valida. Proverò e vi farò sapere!

Megan ha detto...

Come grande mangiatrice di canederli, la versione 'kartoffeln' mi lasciava perplessa ma già smaniavo per provare questa nuova variante: mai mettere limiti alla Provvidenza Alimentare. Peccato!

P.S. - A leggere questo blog mi è venuta una fame...

kalligalenos ha detto...

Megan cara, visto che tu frequenti un po' di più casa mia rispetto a Taksya, potrò testarli con te i Kneffes vosgiani...
Profumissima, quando prepari i tuoi, fotografali; io farò altrettanto con i miei e poi ci scambieremo le immagini...

Profumissima ha detto...

Ma questa è pornografia alimentare!!!!

kalligalenos ha detto...

E anche se fosse, Profumissima cara?
Siamo donne adulte e vaccinate... e inguaribilmente buongustaie (in tutti i sensi)!!!

Profumissima ha detto...

Noi, pioniere della nuova frontiera culinaria...

Profumissima ha detto...

Io avrei assaggiato volentieri anche il tentativo con le patate poco adatte *__*

taksya ha detto...

Le foto!
Vogliamo vedere le foto!

kalligalenos ha detto...

Care, sono disponibilissima sia a far assaggiare sia a inserire foto... ma in entrambi i casi non ho la più pallida idea di come fare!!!

FRANCESCA ha detto...

PANNA ACIDA: nei supermercati, nel banco frigo, ho trovato una cosa tedesca che chiamano BUTTER MILK, meglio noto come latticello, ma una cuoca inglese mi ha detto che va bene anche uno yogurt acidino! Profumissima: i KNODEL sono i famosi canederli!! Che buoni! miA NONNA LI FA CON BURRO E SALVIA!!!

FRANCESCA ha detto...

SCUSA.. LEGGO ORA KLOSSE.. MI INFORMO DAI CLIENTI TEDESCHI E TI DICO..

kalligalenos ha detto...

Ciò non ti impedisca, Francesca cara, di condividere con noi la ricetta di tua nonna...